Elettronica...

....... per Passione

Tuesday
Jan 23rd
    WebEpP
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Forum Ultimi messaggi
Benvenuto/a, Ospite
Prego Accedi o Registrati.    Recupera password
ESD (1 in linea) (1) Ospite
Vai alla fine della pagina Preferiti: 0
Discussione: ESD
#13802
ESD 1 anno, 6 mesi fa Karma: 11  
Nella piccola realtà in cui lavoro abbiamo una linea per il montaggio smd, con pavimento antistatico, calzature antistatiche o copritacchi, una stazione di test per gli operatori, un misuratore di temperatura e uno di umidità.

Tuttavia, un possibile cliente che ha visitato la struttura non e' parso molto convinto....ci ha fatto una serie di obiezioni: come verificate che la stazione di test per operatore e' ben funzionante? come verificate che il pavimento effettivamente scarica bene a terra? come verificate che lo strumento di lettura temperatura e umidità vi danno i giusti valori? ..ecc. ecc.
Tutte considerazioni giuste. La domanda e', se volessimo poter rispondere positivamente a queste osservazioni, quali investimenti in termini economici occorre fare? e a chi rivolgersi?

Grazie in anticipo per eventuali risposte.
Tecnicosmt
Tecnicosmt (Utente)
Junior
Messaggi: 73
graphgraph
Utente non in linea Clicca qui per vedere il profilo di questo utente
Loggato Loggato  
 
Per scrivere in questo forum è necessario registrarsi come utenti di questo sito ed effettuare il login.  
#13803
Re:ESD 1 anno, 6 mesi fa Karma: 50  
Ciao Tecnicosmd,
forse il signore che è venuto a trovarti era un personaggio che fa parte del Controllo Qualità.
Normalmente va data evidenza che gli strumenti utilizzati per dei controlli, loro stessi siano funzionanti.
per dare risposte esaudienti, gli strumenti vanno fatti controllare regolarmente (1 volta l'anno) e nel caso dei pavimenti vanno rifatte le misure effettuate inizialmente e che hanno comprovato che lo stesso era realmente antistatico.
non penso che siano delle somme esagerate fare un controllo, a chi appoggiarsi io mi appoggio a :
El.Bo service www.elboservice.com

Ciao Max63
max63 (Utente)
Senior
Messaggi: 196
graphgraph
Utente non in linea Clicca qui per vedere il profilo di questo utente
Loggato Loggato  
 
Per scrivere in questo forum è necessario registrarsi come utenti di questo sito ed effettuare il login.  
#13804
Re:ESD 1 anno, 6 mesi fa Karma: 283  
Ciao TSMD,

nelle tue condizioni sono in tanti, specialmente quelli che hanno installato sistemi di controllo ESD ( dal pavimento, alle stazioni di lavoro, indumenti, ecc) basandosi sull'intuito, sui suggerimenti di chi vende qualche cosa di ESD, per sentito dire, per dritte, ecc.

A volte si sono spese notevoli risorse, magari in tempi diversi, ma non sempre si è provveduto a verificare (certificare) se quello che abbiamo realizzato fosse conforme con le Norme che regolamentano l'argomento.

Teoricamente, anche nelle piccole realtà, prima di agire, cioè spendere soldi, bisogna stabilire cosa serve,e questo lo dicono le norme.

Per noi Europei, la Norma di riferimento per il Controllo dell' ESD è la IECEN CEI 61340-5-1 e la 61340-5-2 che è la guida che aiuta ad interpretare e attuare la norma 5-1. Esiste anche la ANSI 20.20 , ma quella fondamentalmente viene adottata in ambienti USA.

Procurate le suddette essenziali norme, una persona responsabile d'azienda (ESD coordinator) si studia bene, e riferendosi alla Norma valuta quanto necessita fare cominciando con una verifica della situazione nella sua azienda per quanto concerne il controllo ESD, analizzai i dati raccolti, mette giù un piano di controllo ESD ( training, verifiche e misure, materiali, macchinari, stazioni di lavoro,ionizzatori, carrelli, scaffali, pavimenti, tappetini, tavoli, sedie, indumenti, bracciali, guanti,imballi, ecc) considerando le priorità di intervento, i costi, ed un piano esecutivo (scadenze) che tiene conto appunto del necessario da farsi, quanto costa, quanto posso spendere, ecc. Cominciando dando priorità a quegli interventi ritenuti più urgenti rispetto a quanto previsto dalla norma..

Sempre seguendo le indicazioni della Norma, si provvederà, si implementerà un piano di manutenzione e controllo (Giornaliero, Settimanale, Mensile, Semestrale, annuale, ecc, Chi deve fare tali controlli e con quali strumenti (anche loro costosi) di tutto quanto è stato installato incluso il training periodico di mantenimento alle persone addette (operatori, tecnici, impiegati, capi, e tutte quelle persone che operano e che potenzialmente entrano in un area EPA (ESD Protected Area).

Rispondere all'interlocutore di turno che ti chiede se tutto quel ben di dio che hai comprato e installato per controllare ESD funziona, se è stato certificato e come fai per mantenerlo sotto controllo, gli potrai rispondere: il tutto è realizzato secondo i criteri previsti dalla Norma IEC EN CEI 61340-5-1 / 2 per il controllo delle ESD nella tua area. Gli potrai mostare il tuo Piano di coontrollo, come lo mantieni aggiornato e come fai. Le procedure che hai posto in atto ( comprese le verifice/misure eseguite sempre secondo i metodi di misuara indicati dalla medeima Norma, ecc.

Se l'interlocutore è preparato, ti farà qualche domandina come da prassi, ma capirà che avrà di fronte non solo gente che ha speso soldi per il controllo ESD , ma sopratutto si renderà conto di avere a che fare con gente che sa perchè li ha spesi e come ha fatto per attuare il controllo ESD nella sua Azienda.

Purtroppo esistono molte realtà, non solo piccole, ove quando entri nell' area di lavoro (Magari con ampio Cartellone giallo appeso con Scritto Attenzione questa è un Area EPA, scritto in inglese,) basta guardarti un po giro e ti accorgi che sono stati spesi molti soldi ma senza criterio perchè vedi che le regole operative ESD non vengono applicate o parzialmente adottate, ecc. in pratica una presa per i fondelli ... nonostante magari qualcuno gli ha fatto spendere una barca di soldi per acquistare protezioni ESD ma non vengono usati o impiegati erroneamente. Non solo, magari scopri che nonostante tutto quanto è stato acquistato e messo in opera, il titolare non conosce nemmeno l'esistenza della Norma IEC EN 61340-5-1/2 o che al massimo ha preso spunti dai cataloghi delle aziende che vendono materiali per controllo ESD, o peggio, ci ha deciso i materiali da acquiastare lo ha fatto l' Uff Acquisti.

Un service esterno ti può dare una mano, ma attenzione che non sia uno che ti vende anche i materiali per il controllo ESD altrimenti rischi di fare contento lui più che non le tue reali necessità.

Riassumendo:

- primo step procurati la Norma
- fatti una bella cultura epoi vedi cosa occorre fare
- I costi ? quello che serve, ma senza esagerare, procedi step by step.
- ricordati che oramai senza un adeguato piano di controllo ESD, è molto rischioso montare e maneggiare schede elettroniche

ecc, ecc


.......MdL
MdL (Utente)
Jul 12, 2005 EpP
Platinum Guru
Messaggi: 2386
graph
Utente non in linea Clicca qui per vedere il profilo di questo utente
Sesso: Maschio Compleanno: 2005-07-12
Loggato Loggato  
 
fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e conoscentia
 
Per scrivere in questo forum è necessario registrarsi come utenti di questo sito ed effettuare il login.  
#13822
Re:ESD 1 anno, 3 mesi fa Karma: 52  
Concordo con MdL,
e aggiungo anche che ormai il panorama EMS è diventato molto competitivo e restrittivo per cui se si vogliono
approcciare clienti di un certo tipo (es. Automotive o similare) è diventato obbligatorio avere un ESD management
di alto livello, controllato, documentato, standardizzato. Ma bisogna farsi la cultura sulla materia, come dice MdL
altrimenti si rimane inesorabilmente indietro. l'ESD una volta era un PLUS, ora è un MUST.

F77
F77 (Utente)
Platinum Guru
Messaggi: 748
graphgraph
Utente non in linea Clicca qui per vedere il profilo di questo utente
Sesso: Maschio Compleanno: 1977-04-29
Loggato Loggato  
 
Per scrivere in questo forum è necessario registrarsi come utenti di questo sito ed effettuare il login.  
Vai all´inizio della pagina
sitemap