Elettronica...

....... per Passione

Friday
Oct 20th
    WebEpP
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home News Un team di scienziati ha messo a punto il primo Qubit su singolo atomo

Un team di scienziati ha messo a punto il primo Qubit su singolo atomo

E-mail Stampa
Votazione Utente: / 2
ScarsoOttimo 

“Quattro bit su un solo atomo di fosforo”. È questo l’annuncio che arriva dagli scienziati della University of New South Wales' School of Electrical Engineering and Telecommunications che in collaborazione con l’Università di Melbourne e l’University College di Londra hanno segnato un nuovo importante passo verso la nascita dei quantum computer, dispositivi in cui il bit (basato sui due possibili valori binari 0 e 1) verrà sostituito dai Qubit, che, come dice il nome, è basato su un componente elettronico in grado di assumere quattro diversi valori. Questa scoperta attirerà l'attenzione dei maggiori produttori in ambito elettronico, come Actel, Astrel, analog devices e tanti altri.

Quello che gli scienziati inglesi hanno fatto è stato riuscire a polarizzare gli “spin”, ovvero il verso di rotazione degli elettroni, all’interno di un unico atomo di fosforo. Gli spin possono essere indirizzati in quattro possibili direzioni all’interno di un atomo ed il contenuto di informazione di un Qubit viene appunto ottenuto leggendo questa direzione.

L’aspetto più interessante della scoperta inglese consiste nella possibilità di riuscire ad “annientare” il Qubit all’interno delle dimensioni microscopiche di un atomo di fosforo anche se, come ammette uno dei ricercatori, al momento i prototipi permettono la lettura delle orientazioni degli spin solo se si posizionano gli atomi di fosforo sopra un singolo transistor speciale che deve essere distante a sua volta almeno 15 nanometri da un altro atomo di fosforo polarizzato.

La speranza del team inglese per il futuro è ovviamente quella di assemblare insieme due Qubit all’interno di una unica logica, per poi scalare e costruire sistemi complessi di calcolo, ovvero i Quantum Computer. La strada da questo punto di vista è in salita ma il passo appena fatto è comunque importante.

Il passaggio da bit a Qubit consentirà da un lato di costruire processori più evoluti grazie ad una potenza computazionale assolutamente non paragonabile a quella delle attuali Cpu binarie, anche se multi-core, dall’altro porterà alla creazione di schede di memoria sempre più piccole come dimensioni e sempre più grandi come capacità.

Questa scoperta interesserà, in modo particolare, tutti gli esperti del settore e tutti quegli appassionati di elettronica che sono sempre attenti alle ultime novità. Per gli appassionati di elettronica vi sono sempre più siti sui quali è possibile tenersi aggiornati in fatto di ultime novità ed, inoltre, molti di questi siti consentono anche di reperire i materiali necessari per costruire un pc in assoluta autonomia, come Farnell Element 14.



Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 27 Febbraio 2013 15:53 )  

Directory-Links

links

 

Login Form



Hot topic

 

EUROPLACER Xpress

Velocità, intelligenza, compattezza.  La serie XPress rappresenta l'ultima versione del ...

 

Serigrafica Dek 248

 Flessibile ed economicaIl modello DEK 248 è una macchina economica e potente progettata...

Online

 145 visitatori online

sitemap